Archivi categoria: ARMI, MEZZI, DIVISE

Il cannone “Molto Stanco”

E’ il leggendario obice da 75 mm del 3° squadrone del 2nd SAS. Paracadutato dopo l’assalto al comando tedesco di Botteghe d’Albinea accompagna tutte le scorribande ed i bombardamenti a sorpresa degli uomini di Roy Farran da qui alla Liberazione. Per diciannove volte colpirà a sorpresa oltre le linee nemiche nel cuore delle città facendo credere che gli alleati sono alle porte delle città come nel bomardamento su Reggio del 21 aprile 1945.

Il suo nomignolo ? I SAS lo portano a spasso tra monti e colline del reggiano e del modenese trainato dalle loro jeep e grazie anche ai partigiani reggiani del Battaglione Alleato e delle Fiamme Verdi che sono “ad mondi stòff”….”Molto stanco”.

Luca Serio Bertolini & The Yonders, all’interno del disco corale Battaglione Alleato ispirato ai racconti de “Il bracciale di sterline” hanno dedicato a “Molto Stanco” una bellissima canzone.

Luger P08 (Wehrmacht – Resistenza)

La Luger P08 pistola in dotazione all’esercito tedesco ero lo “scalpo” di guerra più ambito da parte dei soldati Alleati e dei partigiani insieme al pugnale delle SS, quando catturavano o uccidevano un soldato del Terzo Reich. Una Luger P08 è l’inseparabile arma che cela il mistero della storia del disertore austriaco Hans Amoser…

75mm Pack Howitzer M1 (“Molto Stanco” – SAS)

Nella foto scattata appena dopo la fine della guerra il 2nd SAS con il leggendario cannone “Molto Stanco” che accompagnò i ragazzi di “Operazione Tombola” durante diversi raid tra i quali quello sulla città di Reggio Emilia il 21 aprile 1945 (foto David Eyton Jones ), episodio narrato nel libro “Il bracciale di sterline”.Si tratta di un 75mm Pack Howitzer M1. Esemplari di questo cannone furono lanciati sull’Appennino ed assemblati dal 2nd SAS britannico.

MG 42 (Wehrmacht – LI Gebirgs Korps)

Diversi nidi di mitragliatrici MG42 tedesche erano posizionate all’esterno del quartier generale del LI Gebirgs Korps a Botteghe d’Albinea. Dalle mappe dell’attacco preparate dal 2 SAS, si evincono almeno 4 mitragliatrici (tre a terra, una sulla torretta di Villa Rossi) ubicate in protezione delle due ville sede del quartier generale della Linea Gotica occidentale.

Pugnale Fairbairn Sykes (SAS)

Il micidiale pugnale Fairbairn Sykes utilizzato dai Commandos e dal 2 SAS britannici durante l’assalto all’arma bianca dentro a Villa Rossi e Villa Calvi durante “Operazione Tombola”. Sotto un soldato inglese in addestramento.

 

Mitra Thomphson (SAS, Partigiani, US Army)

Mitragliatore Thompson, in dotazione all’esercito americano furono lanciati diversi esemplari per “Operazione Tombola” per dotare sia le truppe britanniche che i partigiani di questa arma.

 

 

Mitra Sten (SAS e Partigiani)

Mitra Sten, utilizzato dai 2 SAS e dai partigiani durante “Operazione Tombola”.

Nella foto in basso Hans Amoser (Gufo Nero) con uno sten silenziato.

 

 

 

 

 

Mitragliatore Bren ( SAS e Partigiani)

Fucile mitragliatore Bren in dotazione alle forze Alleate ed ai partigiani durante “Operazione Tombola”.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: