Archivi categoria: Senza categoria

La storia de “Il bracciale di sterline” diventa gioco da tavolo e videdogame

dayofwonderLa storia narrata ne “Il bracciale di sterline” e l’evento bellico ad esso collegato diventano gioco da tavolo e un video game.  Accade così che l’assalto al comando della Linea Gotica a Botteghe d’Albinea il 27 marzo 1945 è diventato un gioco da tavolo, estensione del celebre ‘Days of Wonder” con una vera e propria scena di combattimento dove possono cimentarsi i giocatori appassionati di ‘war games’. Nella spiegazione del gioco vengono citati tutti i protagonisti dell’attacco del 27 marzo 1945, incluso il piper David Kirkpatrick . Il libro “Il bracciale di sterline” è citato nella bibliografia.

operazionetombolaDai giochi da tavolo ai video game il passo è breve con il gioco online “SAS Operation Tombola” creato da Roblox

Buona lettura  e buon gioco!

Annunci

In libreria “Il suonatore matto”, la vera storia di David Kirkpatrick

suonatore_matto-definitivoDAL 2 FEBBRAIO 2017 – IN LIBRERIA E ONLINE –Toscana, primi di marzo 1945. Lo scozzese David Kirkpatrick, piper del 2º Highland Light Infantry, si annoia a pelar patate dietro le linee. Carattere bizzarro e burrascoso, non si contano le volte in cui è stato punito per insulti ai superiori, insubordinazione e sbornie.

Un giorno, da oltre la Linea Gotica, arriva un messaggio che cambia per sempre la sua vita e il destino di tantissime persone.

Leggi il resto di questa voce

Joe Powell: “La mia vita dal D-day a stuntman di Hollywood e Cinecittà”

IL PARADISO DEI FOLLI di Matteo Incerti

OLYMPUS DIGITAL CAMERA D-day-Sword Beach: 6 giugno 1944. Joe Powell a sinistra soccorre un ferito (foto IWM)

Hastings St Leonards (Inghilterra) –  Dal D-Day in Normandia ai set di Hollywood.  E’ la storia della folle vita degli inglesi Joe Powell e Jock Easton , i due re degli stunt-men dell’industria dei sogni del dopoguerra. Una lunga avventura che sembra una favola, che è stata ricostruita e narrata nel romanzo storico “Il paradiso dei folli. Dall’inferno della seconda guerra mondiale a una vita d’arte” (Imprimatur-Aliberti 2014).

View original post 1.235 altre parole

Joe Powell: “La mia vita dal D-day a stuntman di Hollywood e Cinecittà”

Joe Powell: “La mia vita dal D-day a stuntman di Hollywood e Cinecittà”.

Tornano gli eroi de ‘Il bracciale di sterline’ nel sequel: Il paradiso dei folli!

paradisofolliVenerdì 28 marzo alle 21.30 al Fuori Orario di Gattatico (Re) con i Modena City Ramblers ed il giorno seguente alle 16 ad Albinea (Re) alla sala del consiglio comunale, debutta  Il Paradiso dei Folli ( Imprimatur editore 2014 – distribuzione Rcs). Una storia vera e incredibile,  prequel e sequel de Il Bracciale di Sterline (Aliberti 2011).

Leggi il resto di questa voce

L’eroe de “Il bracciale di sterline” Rocky Riojas diventa un soldatino da collezione!

ImmagineRocky, uno dei leggendari personaggi del romanzo “Il bracciale di sterline” diventa un soldatino da collezione! Per festeggiare i 91 anni di Roque “Rocky” Riojas veterano della 34esima Divisione “Red Bull” dell’ US Army che liberò Reggio, Bologna, Parma, Brescia dopo aver combattuto a Salerno, Monte Pantano, Cassino, Anzio e sulla Linea Gotica, gli amici collezionisti di Reggio Emilia e  non solo hanno realizzato questa splendida miniatura che rappresenta Rocky nel giorno della liberazione di Reggio, il 24 aprile 1945. L’opera è stata realizzata da Fabio Nunnari in collaborazione con Mike Blank. 

This model is representing a young Roque J Riojasentering in Reggio Emilia, 24th aprile 1945. We publish this pic in honour of Roque that had yesterday his 91th birthday. The face has been painted by Mike Blank , the sculpture is a cooperation by Mike Blank,

Ciaspolando nella Storia:24 marzo da Monte Orsaro al Cusna la marcia del 2nd SAS

imagesIn occasione del 68esimo anniversario di Operazione Tombola, ciaspolata nella storia dal Rifugio Monte Orsaro- Cisa e ai piedi del Monte Cusna per ricordare la marcia compiuta dai 2nd SAS David Eyton Jones e Russel Kershaw che su ordine di Roy Farran scalarono il Monte Cusna nel marzo 1945 per cercare una via di fuga per soldati, partigiani e civili nel caso di rappresaglia tedesca.

La partecipazione all’evento organizzato da Matteo Incerti, autore del libro “Il bracciale di sterline” (Aliberti 2011) e da

Passidagigante.it, Rifugio Monte Orsaro prevede

PROGRAMMA:

ore 9.30 ritrovo presso Rifugio Monte Orsaro e ritiro ciaspole

ore 10 partenza ciaspolata nella neve/camminata

da Rifugio Monte Orsaro -passo Cisa- piedi del Cusna

-presentazione itinerante del libro “Il bracciale di sterline” e della storia da parte di Matteo Incerti alla presenza dei famigliari degli ex SAS David Eyton Jones e Frank Mulvey giunti appositamente dall’Inghilterra per ritornare sulle orme dei padri.

-ore 13.30 circa ritorno e pranzo presso Rifugio Monte Orsaro

PREZZO PARTECIPAZIONE

Il prezzo per partecipare è di EURO 35 a persona che include:

-2 guide di montagna fornite da Passi Da Gigante

-affitto ciaspole presso Rifugio Monte Orsaro

-pranzo presso Rifugio Monte Orsaro (1 primo libera scelta, 1 secondo grigliata di carne, dolce, bevande)

Il percorso è di facile esecuzione.

PRENOTAZIONI (ENTRO VENERDI 22/3)

Per prenotazioni: Alessandro (Passi Da Gigante) 340-2279205
alessandro@passidagigante.it

Matteo Incerti 335 5954971 matteincerti@gmail.com

Il bracciale di sterline all’Imperial War Museum di Londra

LONDRA -Le storie degli eroi di “Operazione Tombola” a Botteghe d’Albinea, narrati nel romanzo storico “Il bracciale di sterline” di Matteo Incerti Valentina Ruozi negli archivi dell’ Imperial War Museum di Londra.

Il libro scritto dai giornalisti reggiani, insieme ad interviste realizzate da Matteo Incerti e documenti inediti per gli inglesi messi gratuitamente a disposizione dal Polo Archivistico d’Istoreco diretto da Massimo Storchi, da ieri fanno parte del celebre museo di Londra.

L’interesse dell’Imperial War Museum su particolari inediti ed il libro sulla missione segreta contro il comando tedesco ubicato tra Villa Rossi e Villa Calvi a Botteghe d’Albinea, è nato durante alcune ricerche condotte del giornalista e co-autore de “Il bracciale di sterline” Matteo Incerti. Gli archivisti del grande museo della City hanno considerato di estremo interesse sia il romanzo storico, anche se questo non è ancora tradotto in lingua inglese che le interviste realizzate da Matteo Incerti al suonatore di cornamusa dell’attacco, lo scozzese David Kirkaptrick, al paracadutista inglese scomparso lo scorso agosto David Eyton Jones, oltre a parte della documentazione utilizzata per la realizzazione del libro che da oggi sarà custodita negli archivi a disposizione dei ricercatori. Ieri mattina Matteo Incerti si è recato all’Imperial War Museum ed ha consegnato il materiale nelle mani dell’archivista Simon Offord.

Tra i documenti e le interviste messe a dispozione ci sono le copie digitali degli ordini d’attacco di “Operazione Tombola” da parte dei comandi della 26a e 145a Brigata Garibaldi, oggi ordinatamente custoditi negli archivi d’Istoreco a Reggio Emilia. Documenti che riportano l’oggetto “operazione segreta” con le disposizioni e gli ordini di reclutamente da parte di Gianni Farri, i piani d’attacco della squadra Gufo Nero di Glauco “Gordon” Monducci ed i resoconti dell’azione da parte dei partigiani italiani.

A disposizione degli archivi dell’Imperial War Museum sono state messe le copie digitali di decine di fotografie provenienti dall’archivio personale della famiglia del compianto Glauco “Gordon” Monducci, della staffetta Giovanna “Libertà” Quadreri, e dell’ex addetto ai codici Gufo Nero, il reggiano Bruno Gimpel che oggi vive a Milano. Istantanee che immortalano tra l’altro la prima celebrazione dell’attacco di Botteghe nel 1946 con l’inaugurazione della lapide per i caduti inglesi Riccomini, Bolden e Guscott e la concessione della cittadinanza onoraria al capitano inglese dei servizi segreti di guerra Micheal Lees.

Tra il materiale messo a disposizione dell’Imperial War Museum anche la registrazione audio del 50° anniversario dell’attacco nel marzo 1995 ad Albinea con la consegna della cittadinanza onoraria a Glauco Monducci, Ken Harvey, Roy Farran ed interventi dei tre protagonisti che sono deceduti negli ultimi anni.

Frank Mulvey, 2nd SAS

ImageNon ha neanche 20 anni, il paracadutista del 2nd SAS Frank Mulvey quando  il 9 marzo 1945 viene lanciato sul monte Cusna a Case Balocchi per prendere parte ad “Operation Tombola”. Fiero  irlandese, nato a Dublino nel 1925,  a soli 16 anni ha lasciato casa e famiglia. Con orgoglio  ha attraversato il Mare d’Irlanda ed è sbarcato in Inghilterra per arroularsi volontario con gli “odiati” inglesi e combattere così nazisti e fascisti! Nell’esercito britannico, in maniera roccambolesca è poi passato allo Special Air Service. Prima di Operazione Tombola, è stato impegnato in Lunigiana in “Operation Galia”. E’ pronto a tutto nell’ultima partita a scacchi con il destino.

.

Il cannone “Molto Stanco”

E’ il leggendario obice da 75 mm del 3° squadrone del 2nd SAS. Paracadutato dopo l’assalto al comando tedesco di Botteghe d’Albinea accompagna tutte le scorribande ed i bombardamenti a sorpresa degli uomini di Roy Farran da qui alla Liberazione. Per diciannove volte colpirà a sorpresa oltre le linee nemiche nel cuore delle città facendo credere che gli alleati sono alle porte delle città come nel bomardamento su Reggio del 21 aprile 1945.

Il suo nomignolo ? I SAS lo portano a spasso tra monti e colline del reggiano e del modenese trainato dalle loro jeep e grazie anche ai partigiani reggiani del Battaglione Alleato e delle Fiamme Verdi che sono “ad mondi stòff”….”Molto stanco”.

Luca Serio Bertolini & The Yonders, all’interno del disco corale Battaglione Alleato ispirato ai racconti de “Il bracciale di sterline” hanno dedicato a “Molto Stanco” una bellissima canzone.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: