Addio a Sandra, la ragazza del ‘bracciale di sterline’

OLYMPUS DIGITAL CAMERACiao Sandra, ora sei in cielo e sorridi al fianco di James Arthur Riccomini.
Nella giornata di lunedì a Modena si è spenta Sandra Zambonini, 83 anni originaria di Castiglione d’ Asta ai piedi del Cusna. Negli ultimi anni la sua figura era stata conosciuta in tutta Italia per aver ispirato il libro “Il bracciale di sterline” scritto da me e Valentina. E’ stato il primo di una serie di romanzi storici ispirati alla leggendaria ‘Operazione Tombola’ ed i suoi protagonisti.

Nel marzo del 1945 alla Governara in Val d’Asta, Sandra, allora dodicenne ricevette in regalo da uno dei paracadutisti inglesi dello 2 nd Special Air Service ospiti nella sua casa, un bracciale composto da penny di sterline. Fu l’ultimo dono di un ragazzo biondo e dall’italiano stentato prima di partire per l’attacco al comando generale tedesco a Botteghe d’Albinea. Quel giovane generoso e romantico non fece più ritorno. Per decenni Sandra cercò di dare una identità a quel volto che non svaniva dalla sua memoria. Nel 2002 raccontò l’episodio a Valentina, che con entusiasmo per prima ne raccolse il testimone.
Nella primavera del 2010, io e Valentina ci incontrammo a Villa Rossi durante una celebrazione di Operazione Tombola e intrecciando le mie ricerche storiche finalmente Sandra riuscì a identificare il paracadutista dal cuore d’oro. Scorrendo le foto dei soldati che parteciparono a ‘Operazione Tombola’ diede un nome e cognome a quel volto che era rimasto impresso nella sua mente e nel suo cuore. Si trattava del tenente James Arthur Riccomini, uno dei tre britannici morti nell’attacco a Villa Rossi la notte del 27 marzo 1945. Come testimoniò il parroco di Albinea don Ugolotti sul suo diario, il sacrificio di Riccomini, Guscott e Bolden insieme al suono della cornamusa di David Kirkpatrick convinsero i tedeschi che fosse ‘un attacco militare alleato’ e quindi non venne fatta una rappresaglia contro la popolazione civile. In un primo momento. i tre caduti vennero sepolti nel cimitero della chiesa di Albinea. Poi dopo la guerra i corpi vennero riesumati e trasportati al cimitero militare inglese di Trenno a Milano, dove riposano ancora oggi. Due mesi fa in Inghilterra le medaglie e le memorie di Riccomini, sono state vendute all’asta per quasi 10.000 sterline. Intorno a quell’ episodio tragico e romantico al tempo stesso, io e Valentina iniziammo a ricostruire storie e personaggi legati all’attacco anglo-partigiano di Botteghe, scoprendo incredibili vicende. Come in una favola sbucò, un secondo ‘bracciale’ simile a quello di Sandra. Un bracciale di penny di sterline che un altro reduce di Operazione Tombola, il russo Fedor Lukianenko negli anni ’50 donò a Brisbane in Australia a sua figlia Silvia . Anche quello fu un dono di addio.
Così nel 2011 nacque il romanzo ispirato alla storia del bracciale di Sandra e quel dono divenne patrimonio condiviso di tanti. Il piccolo braccialetto tutt’ora conservato dalla famiglia, in questi anni è diventato il simbolo di storie, amori e amicizie che si sono intrecciate e ritrovate oltre il tempo e lo spazio. Fino a che la salute glielo ha permesso, Sandra è stata testimone di quel giorni lontano ed ha lasciato le sue testimonianze in brevi video interviste in ‘rete’. Mi piace immaginare Sandra in cielo, sorridere al fianco di James Arthur Riccomini, il giovane che le donò il piccolo bracciale prima di andare a combattere e morire per una libertà ed una pace che non vide mai. Vedova da qualche anno dello storico Pietro Alberghi, Sandra Zambonini lascia la figlia Donatella. Ti sia lieve la terra Sandra e che il cielo ti abbracci tra i volti sorridenti di quei ragazzi e ragazzi di quei giorni lontane.

I funerali si svolgeranno domani mattina, 20 dicembre alle 12 Modena, poi la salma verrà trasportata verso il cimitero di Cervarolo (Villa Minozzo-Re) dove alle 14.30 avverrà l’ultimo saluto.

Annunci

Informazioni su .-.

giornalista free lance

Pubblicato il 19 dicembre 2017, in PERSONAGGI, Senza categoria con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: