Archivi categoria: PERSONAGGI

Giorgio (Georg Reinert)-GUFO NERO


Giorgio (Georg) – GUFO NERO –
Tedesco, originario di Berlino è disertore dell’esercito tedesco. Ha combattuto a Stalingrado dove è stato ferito al ventre. Da quell’ inferno è uscito dalla “sacca di Stalingrado” con l’ultimo aereo decollato per il trasporto feriti. Trasferito prima a Bierritz (Francia) per un periodo di convalescenza è stato poi spostato sul fronte italiano dove ha combattuto prima  Montecassino per poi essere trasferito in seguito nella Valle del Po ed a Reggio Emilia al Feldlazzarett “Spallanzani” della città. Disertore per amore e libertà dall’agosto 1944. Fidanzato con Mimma, staffetta partigiana. Ha prima aderito alla 26esima Brigata Garibaldi, poi dal 14 febbraio 1945 alla squadra speciale “Gufo Nero”.

Annunci

Frank Williams (Francisco Geronimo) 2nd SAS

Frank Williams (Francisco Geronimo)- 2 SAS – Paracadutato sul Cusna il 4 marzo 1945. Spagnolo di Malaga ha combattuto con l’esercito antifranchista nella guerra civile. In seguito rifugiato in Francia è stato assoldato dalla Legione Straniera francese. Dopo la resa francese contro i nazisti in Siria,  è passato in Palestina con l’esercito britannico dove è stato arruolato in diverse forze speciali. Ha operato in Grecia, Egitto e su tutto il teatro bellico del Nord Africa. Catturato a Creta è riuscito a sfuggire ai tedeschi dopo una lunga prigionia. Nel deserto algerino, a PhilipVille, il suo nome è stato cambiato in “Frank Williams”. Combatte per sete di libertà e amore di Laura Bravo, esule basca conosciuta a Londra in un circolo per rifugiati politici in una pausa durante il suo addestramento con il SAS.

Gordon (Glauco Monducci)-GUFO NERO

GORDON (Glauco Monducci)GUFO NERO Guida la squadra speciale partigiana del “Gufo Nero”  da lui costituita nel gennaio 1945 su ordine della missione inglese Envelope del SOE. Il Gufo Nero raduna i migliori elementi della Resistenza senza guardare all’appartenenza  politica. Ne fanno parte “cani sciolti”, disertori tedeschi e austriaci. Polacchi, greci, partigiani italiani provenienti dalla 26a Brigata Garibaldi, dalle Fiamme Verdi. Gordon è nato a Reggio Emilia e si è unito alla Resistenza disertando nel luglio 1944 dalla divisione Alpina Monterosa dell’esercito della Repubblica Sociale Italiana. Il Gufo Nero è alle dirette dipendenze della Missione Inglese operante sull’Appennino Reggiano.

Hans (Hans Amoser)-GUFO NERO

Hans (Hans Amoser) – GUFO NERO –Austriaco originario di Vienna è disertore sottotenente del I Fallschirm Korps della Lutwaffe (paracadutisti scelti). Ha combattuto in Russia a Stalingrado. Fuggito dal carcere militare tedesco di Treviso poco prima della sua fucilazione. Ricercato in tutta la Repubblica Sociale Italiana su di lui c’è una sostanziosa taglia per chi lo consegna vivo o morto. Ha aderito alla Resistenza prima nei Gap, poi 26esima Brigata Garibaldi infine tra i primi  della squadra del “Gufo Nero”. Ufficialmente sposato in Austria, è fidanzato con la reggiana Lucia Bertani. Combatte per sete di vendetta e amore.

Maggiore Roy Alexander Farran (McGinty) – 2nd SAS

ROY FARRAN (MCGINTY) 2nd SAS Si è paracadutato sul Cusna il 4 marzo 1945 alla guida di Operazione Tombola contravvenendo gli ordini dei suoi superiori, secondo i quali doveva dirigere la missione dal quartiere generale di Firenze . Nato in India da una famiglia di origini irlandesi guida il 3° Squadroon del 2nd Regiment dello Special Air Service. Prima di “Operazione Tombola” è stato impegnato in operazioni belliche in Nord Africa (Egitto), Grecia, nelle retrovie della Normandia nel mese successivo al D-Day (Operazione Wallace)  Italia ( attacco a Termoli e Operazione Galia nel Natale 1944).Già pluridecorato con la Military Cross ed altre onoreficenze prima di questa missione. Catturato dai tedeschi a Creta è riuscito a sfuggire all’esercito nazista. Sulla sua testa c’è una taglia di 100.000 marchi del Reich per questo per le operazioni speciali in Italia utilizza il nome di  “Patrick McGinty”.

Charles McConnell, 2nd SAS

Charles McConnell, paracadutitsta scelto del 3° squadrone del 2nd SAS è stato lanciato nell’Appennino Reggiano il 9 marzo 1945.

Jack Manners 2nd SAS

Paracadutista scelto del 3° squadrone del 2n SAS è atterrato ai piedi del Cusna con altri suoi fratelli in armi il 9 marzo 1945.

Tenente Ken Harvey 2nd SAS

Nato in Rhoodesia ha 21 anni. E’ partito volontario per il fronte appena ha potuto, ha già combattuto in Egitto e Palestina, dopo un incontro casuale con Roy Farran in Nord Africa si è unito come volontario nello Special Air Service. Sarà lui a guidare l’assalto a Villa Calvi una delle due residenze  sede del comando tedesco della Linea Gotica occidentale.

Tito (Remo Torlai) – Battaglione Alleato

Tito (Remo Torlai) – Battaglione Alleato – Tito, al secolo il capitano Remo Torlai è il responsabile della compagna italiana del Battaglione Alleato creato da Roy Farran e Barbanera nel marzo 1945 e che include paracadutisti britannici del 2 SAS, partigiani italiani ed un Battaglione di Russi guidato da Modena (Viktor Modena). In precedenza su ordine di Barbanera, Tito era stato posto al comando della Formazione Militare, un gruppo di partigiani senza orientamento ideologica ma esclusivamente militare.

Mercedes Zobbi (Tundra) Gufo Nero

Mercedes Zobbi (Tundra) Classe 1928 è originaria di Case Zobbi frazione del Comune di Villa Minozzo. Ha soli sedici anni ma è nella Resistenza già dal 1944. Prima con la 26esima Brigata Garibaldi in seguito al servizio della missione inglese e del “Gufo Nero”.  Su e giù per i monti senza paura, Tundra deve girare alla larga da Reggio Emilia. Lì è già stata arrestata una volta e dopo due giorni in prigione è riuscita ad uscire solo grazie alla collaborazione  di un fascista che fa il doppio gioco a favore della Resistenza. Incoscienza o coraggio a lei gli inglesi hanno affidato già il compito di trasportare dieci prigionieri tedeschi dal borgo di Secchio fin su al posto di blocco di Santonio. Durante “Operazione Tombola” è una delle staffette incaricate del soccorso dei feriti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: